Olio CurùCarattere autentico
Frutto del rispetto dei cicli naturali dell’agricoltura

Olio CurùSapienza antica
Una storia che affonda le radici nella nostra terra

Olio CurùStile moderno
Un nuovo orientamento giovane e proiettato al futuro

Olio Curù,
Più che un olio, una storia d’amore

Lo spettacolo degli olivi con i loro tronchi sofferti. A testa alta nonostante tutte le fatiche.

Si presenta denso, con un colore verde brillante e venature oro. All’analisi olfattiva è molto intenso, con sensori di pomodoro verde, erba tagliata e oliva appena molita. All’assaggio è bilanciato in amaro e piccante, con persistenze di mandorla, mallo di noce e gambo di carciofo.

Mazara del Vallo Sicilia

Dal cuore della Sicilia

I nostri uliveti secolari di inizio ‘900 si trovano in Sicilia, a Mazara del Vallo in provincia di Trapani, in una valle protetta dalle colline; da sempre coltivati e curati dalla nostra famiglia.

È in questa cornice omerica tra mare, vento e sole che nasce Olio Curù.

La qualità del nostro olio evo è determinata dalle caratteristiche delle cultivar scelte (nocellara e biancolilla). A definirne le peculiarità ci pensano poi il clima caldo e ventoso e la zona di impianto degli uliveti vicina al mare, esposta al sole e protetta da una collina.

Ma ciò che rende unico Olio Curù è la paziente cura degli olivi durante l’intero anno produttivo nel rispetto delle tradizioni familiari, dei tempi di coltivazione e dei metodi di raccolta che non alterano in alcun modo il sistema biologico del territorio e delle piante stesse.

METODO DI LAVORAZIONEFatto con il cuore

Olio Curù si ottiene da un attento e accurato processo di lavorazione.

La raccolta avviene solo per “bracatura”, e cioè direttamente dalle piante per ottenere olive non lesionate e non impoverite delle preziose proprietà prima della molitura, che conferisce all’olio quelle caratteristiche note fruttate. Trasportate al frantoio, le olive sostano per un periodo che non supera le 12 ore, prima di essere sottoposte alla spremitura a freddo. Riversate nelle vasche di raccolta avviene la loro defogliazione e il lavaggio, procedimenti molto delicati ai fini della salvaguardia delle proprietà organolettiche.

Adesso sono pronte per la “frangitura”, ovvero la trasformazione delle olive in una pasta detta mosto oleoso, costituita da acqua di vegetazione, olio e particelle solide (residui del nocciolo). Segue la fase della “gremolatura”: la pasta viene rimescolata in vasche (gremole) allo scopo di far aggregare tra loro le particelle più piccole di olio che diventano sempre più grandi, favorendo una prima naturale eliminazione dell’acqua di vegetazione. La pasta viene introdotta nel decanter che grazie alla forza centrifuga separa la parte liquida da quella solida. Il mostro oleoso in uscita viene a sua volta messo in un altro decanter che separa definitivamente l’olio dalle acque di vegetazione.

L’olio è pronto per essere imbottigliato e conservato in un luogo privo di odori alla temperatura di 15°.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le ultime
dal nostro Blog

Rimani aggiornato

Resta al passo con Olio Curù e ricevi notizie istantanee di volta in volta. Promettiamo, niente spam o e-mail simili, solo pura bontà.
https://www.oliocuru.it/wp-content/uploads/2020/06/logo_footer.png

Copyright © Olio Curù. Tutti i diritti riservati.

realizzato da Synapsis Media